Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Marco Cruciani

Marco Cruciani

Pensieri in libertà


Anni senza fiato

Pubblicato da Marco Cruciani su 21 Giugno 2015, 20:30pm

Anni senza fiato

Con l’evento di questa mattina – Forza e Coraggio Challenge – alla cui riuscita ho avuto il piacere e l’onore di dare un piccolissimo contributo, si conclude la stagione sportiva 2014-2015. Mesi lunghi, anche faticosi, che adesso possiamo mandare definitivamente in archivio. Mesi di parole, di storie raccontante, di sport e sentimenti. Parole “cantate” dentro un microfono o anche solo sussurrate. Di vittorie e sconfitte. Di persone che passano, prendono e lasciano, come è giusto che sia. Di ferite e sorrisi: anche in questo caso, nel copione deve esserci un po’ tutto, sennò che gusto c’è ? Guardandosi indietro, ci si chiede soprattutto cosa si è imparato, quali lezioni ci ha dato questa stagione. Quella principale riguarda il fatto che non sempre le cose vanno come ci aspettiamo. Anche quelle apparentemente più scontate, più “sicure”. Anche se sai che la partita dura novanta minuti, qual’è il tuo ruolo, che di "partite così" ne hai giocate chissà quante… C’è sempre qualcosa di nuovo, di inatteso che cambia il canovaccio della storia. E allora la cosa che la vita ci chiede è… mostrare di quanto spirito di adattamento siamo dotati. Forse è una forma di “bravura” anche questa, adattarsi, capire; forse anche piegare un po’ la testa e andare avanti. Lezione messa, anche questa, nel bagaglio delle esperienze. Di “canovacci che cambiano”, pensandoci bene, è davvero piena la strada percorsa in questi mesi… Cambiano le storie, cambiano le persone. Cambiamo noi, qualche volta perché costretti, qualche volta per necessità, qualche volta per una sorta di evoluzione, di crescita o magari di regresso. E come cambiamo noi, cambiano le persone che incontriamo per strada. Cambiano anche più volte nel corso del viaggio. Così, in una sorta di gioco delle parti, ci si lascia e ci si riprende: è successo e succede con tanti compagni di viaggio. Si, accade. Perché non sempre vediamo le cose allo stesso modo. Perché di fronte agli eventi, le nostre scelte, le nostre opinioni e posizioni cambiano. Cosa c’entra tutto questo con la “stagione sportiva” di uno speaker ? C’entra, c’entra. Perché la vita è qualcosa che succede, dentro, ma soprattutto fuori dal campo, spesso quando le luci e i microfoni si spengono. E come dice un vecchio amico, quando volta pagina: andiamo avanti. Tenendo sempre ben presente che questa è la parte “non essenziale” della vita. Che le cose che contano sono altre e questa consapevolezza, in fondo, rende, per fortuna, tutto molto più leggero… Infine, come in tutte le stagioni, si va a caccia di un simbolo, di un qualcosa che ci ha colpito. Beh, stavolta una cosa ci ha colpito sul serio… 29 aprile 2015, Comunicato Ufficiale con le decisioni del Giudice Sportivo. In quel comunicato, c’è un solo provvedimento. A carico della Sir Safety Perugia. Testuale: “Multa di Euro 100,00 per avere lo speaker assunto un comportamento non regolamentare e antisportivo, incitando in diverse occasioni il pubblico locale durante le fasi del servizio della squadra ospite”. Senza entrare nel merito della cosa – e posto che, forse, più della metà degli speaker della Serie A1 maschile andrebbero multati ogni settimana … - passi il “comportamento non regolamentare” (parlare dopo che l’arbitro ha fischiato e dunque, autorizzato il servizio, è un’infrazione che posso aver commesso), ma l’antisportivo è davvero una bestemmia… Il sottoscritto è sì uno speaker “di parte”, ma in venticinque anni di carriera nazionale ed internazionale è la prima volta che si sente dare dell’antisportivo… Una cosa semplicemente ridicola. E in ogni caso, la cosa incredibile della faccenda è stata la risposta in termini di “popolarità” che è derivata da questa multa ! Mi hanno fatto una pubblicità incredibile (persino invidiata !) che se l’avessi cercata e studiata a tavolino, non sarei riuscito a costruirla in maniera così efficace ! Detto questo, ci congediamo dal “palcoscenico” con la piacevole certezza che microfoni e riflettori vengono messi solo in stand-by. Per cui grazie di cuore a chi mi ha scelto per rendere un po’ più particolari i suoi eventi e a chi ha già deciso che, questa cosa… continuerà anche nella prossima stagione. Qui, come sempre, come in tutti questi “anni senza fiato” ci proveremo, con immutata passione… Per adesso, arrivederci a tutti e, a tutti voi, tutti insieme… il più cordiale augurio di … buone vacanze !

E... E tanti auguri a voi, di non risparmiare mai, di non barare mai

Che città dopo città, nessuno strappi via la nostra fantasia...

Sotto a noi, il mondo cambia e va, ed è diverso già da due minuti fa

basterà capire il ritmo e poi, sono anni senza fiato finché vuoi…

Commenta il post

Archivi blog

Post recenti