Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Marco Cruciani

Marco Cruciani

Pensieri in libertà


Ritorno al futuro

Pubblicato da Marco Cruciani su 4 Giugno 2015, 14:00pm

Ritorno al futuro

Guglielmo Speranza lo provò, come dire, “per primo” sulla sua pelle. Il protagonista della commedia del grande Eduardo De Filippo capì, nel cammino di una vita piuttosto complicata che, per realizzare i propri sogni, c’erano da superare tappe, esami, che formavano una sorta di catena senza fine…. Da quella prima rappresentazione del 1973, insomma, “Gli esami non finiscono mai”, da titolo di una commedia è diventato davvero un… classico, un modo di dire usato in ogni circostanza.

Lo sanno bene anche le ragazze della OMG Galletti Ponte Valleceppi cui non è bastato, per regolamento, dominare la regular season per tornare sul palcoscenico dei campionati nazionali. Sono gli esami del post season, i play off, che culminano con la serie di finale che inizia domenica, a decidere chi disputerà il prossimo campionato di serie B2: se sarà la squadra capitanata da Francesca Bazzucchi oppure se l’onore toccherà alla CMP Acquasparta.

Gli esami delle ragazze in gialloblù sono iniziati la terza domenica di ottobre del 2014 contro Spoleto, ottenendo il primo… “30”, la prima di 14 vittorie conquistate col punteggio migliore: 3 a 0. Vincere 14 volte per 3 a 0, significa portare a casa quasi un intero girone senza perdere un solo set ! Tutt’altro che banale, la faccenda… Alla fine, per la squadra guidata da Roberto Macellari i successi sono stati 28 su 30, per un bottino di 85 punti ed un margine di vantaggio di 7 punti sulla seconda, proprio Acquasparta che, “sul filo di lana”, ha scavalcato Ponte Felcino. Passaggi a vuoto ridotti all’osso per la OMG: due sole sconfitte, subite al tie-break. La prima il 10 dicembre a Bastia, in un turno infrasettimanale particolarmente indigesto per le gialloblù (capaci di recuperare da 0 a 2, ma non di chiudere un tie-break che pure le vedeva avanti 10-6); la seconda ad Acquasparta il 29 marzo, in casa dell’avversario che contenderà alle ragazze del Ponte la promozione. 3 a 2 il finale, come era accaduto all’andata, il 10 dicembre al Cva di Ponte Valleceppi, quando le ragazze di casa furono brave soprattutto a resettare la sconfitta subita quattro giorni prima a Bastia.

Il cammino dei play off, nei primi due turni, ha ribadito quanto la regular season aveva detto con molta chiarezza: quello della OMG Galletti è un percorso netto, pulito, senza intoppi. Due gare per regolare la Nuova Trasimeno nei quarti di finale, altrettante per eliminare Chiusi in semifinale, con la seconda partita vinta al tie-break – unico brivido dei play off - al Pala Fuccelli sabato scorso. Esami superati. Adesso però, arriva l’esame più duro. Si va “alla cattedra” con … l’altro migliore della classe, per capire davvero chi lo vince questo campionato. Per capire se quei sette punti di vantaggio accumulati in sette mesi sono la vera differenza tra Ponte e Acquasparta. Per regolamento, è tutto da dimostrare.

I precedenti stagionali dicono che le differenze sul campo sono minime: una vittoria per parte, per 3 a 2. Attenzione però al fattore campo, ad un vantaggio che la OMG Galletti ha ottenuto in regular season e che alla fine può fare davvero la differenza. Nel suo fortino, nel suo CVA, il Ponte giocherà gara uno e l'eventuale spareggio: non un particolare secondario. E comunque sarà battaglia, sarà sfida vera. Sarà roba seria, per gente di carattere e cuore. Per chi avrà qualità tecniche e mentali, per chi avrà più birra in corpo e determinazione ferrea. Tutte cose che noi abbiamo visto negli occhi e “sentito” nelle braccia delle ragazze del Ponte. Ma gli stessi ingredienti ci saranno anche dall’altra parte, c’è da scommetterci. Da una parte e dall’altra, ci sono ragazze che queste partite le hanno giocate. Che sanno cosa sono queste sfide, cosa serve. Sanno come si fa.

Molte delle ragazze del Ponte sono già passate di qui… Dalla finale dei play off per la promozione in B2. Erano qui, con questa stessa maglia, che è per davvero una seconda pelle, all’inizio di giugno del 2011, a giocarsela contro il San Marco: il grillino, la dea, moly, lula, hope… guidate in panchina da bob… Sono cambiati solo i soprannomi, ma sono sempre loro ! E vedete come è facile ? E’ un attimo. Schiacci il bottone e sali sulla macchina del tempo. Ed è facile immaginare che su questa macchina, idealmente, possiamo ritrovare oggi tanti compagni di viaggio, tante ragazze che questa maglia l’hanno vestita in questi anni, che sono passate dal CVA del Ponte e che oggi hanno ancora nel cuore questi colori… Mi vengono in mente, mentre salgo anche io su questa magica macchina del tempo, le parole di una canzone che parla invece di un’altra macchina, quella della musica… Che dice… “Vorrei riavvolgere il nastro un po’, per chi non sa di quel nostro tempo là, per me, per noi, per te che non viaggi più... Con me, con noi, nel coro ci sei anche tu…”. Vogliamo pensare che il coro che canterà per spingere le ragazze del Ponte sia bello numeroso, che sugli spalti vedremo tanti volti amici e che, come sempre, come accade nei sogni migliori, andrà tutto bene… In ogni caso, tutti noi siamo pronti. Noi che sappiamo che gli esami non finiscono mai. Siamo pronti, una volta di più, una volta ancora. Per ritornare… nel futuro. Saliamo tutti insieme sulla macchina del tempo presente. E voi che la guidate, ragazze, riportateci indietro. Dove siamo stati già. Andiamo… Riportateci laggiù. Oppure lassù, proprio nel futuro…

Commenta il post

Archivi blog

Post recenti