Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Marco Cruciani

Marco Cruciani

Pensieri in libertà


Gocce d'amore

Pubblicato da Marco Cruciani su 7 Settembre 2014, 15:48pm

Gocce d'amore

Intorno al tavolo della cucina si lavora ad uno dei tanti dettagli della festa. Andrea è in ritiro. Ad un certo punto la domanda scatta spontanea. “Ma tu, della tua Cresima, cosa ricordi ?”. “Io ? Mah… Proprio niente”. Già, noi non ce la ricordiamo più. Sarà che “ai nostri tempi” la Cresima arrivava in seconda media, eravamo poco più che bambini. Forse sembrava tutto un gioco. Un gioco solo un po’ più importante degli altri, di un’epoca serena e spensierata. Che abbiamo vissuto, ma purtroppo lasciato da qualche parte, nel cassetto dei ricordi più remoti. E, a pensarci bene, noi “grandi”, paradossalmente stiamo lavorando per… costruire ricordi destinati ad essere dimenticati. O forse no… Oggi tu hai quindici anni, un anno alle superiori alle spalle e sembri molto più maturo dei tuoi anni. E magari non dimenticherai. Ma non importa. Noi, ci mettiamo tutto l’amore che possiamo, anche a costruire ricordi destinati ad essere dimenticati. Si, Andrea, magari, del giorno della tua Cresima, fra qualche anno, quando un uomo lo sarai per davvero, non ricorderai nulla. Ma, a proposito di ricordi, mi torna in mente il racconto di quell’uomo sull’ottantina che ogni giorno va a trovare in una casa di cura la moglie malata di Alzheimer, anche se da cinque anni lei non lo riconosce più. E a chi gli chiede “E va ancora a trovarla ogni mattina, anche se sua moglie non sa chi è ?” lui risponde: “‘Lei non mi riconosce, ma io so ancora chi è”. Ecco, ci piace pensare che, anche se tu dimenticherai il giorno in cui sei diventato “soldato di Gesù Cristo” ricevendo il Sacramento della Cresima, c’è qualcuno che questo momento non lo dimenticherà. E sai chi è che non lo dimenticherà ? Qualcuno più importante di noi genitori, che costruiamo ricordi destinati ad essere dimenticati… Sarà lui che non ti dimenticherà. Gesù Cristo. E ti aspetterà. Ti lascerà fare la tua strada, le tue scelte. Aspettando il giorno in cui deciderai di farlo entrare o rientrare nella tua vita. Sul serio. Sai, Andrea, a noi è successo così. Anche noi abbiamo dimenticato il giorno della Cresima. Ma lui ci ha aspettato. Ha aspettato il giorno in cui io e la tua mamma abbiamo deciso di consacrare il nostro amore con il sacramento del Matrimonio. E lui era lì. Ad aspettarci. Aveva il volto di Don Aldo, e ci ha ricordato “patti” antichi, lontani… Battesimo, Comunione, Cresima… E ci ha regalato una nuova vita attraverso una frase bellissima: “Marco e Roberta sono marito e moglie. E lo sono per sempre”. Per sempre. Non scherzava. Per sempre. L’incontro, il nuovo incontro. La scelta. Per sempre. Non siamo bravi nelle cose “di Chiesa”, ci riescono meglio ragionamenti più laici. Ma forse una cosa la sappiamo. Sappiamo che c’è una cosa speciale chiamata Fede, che è come una strada che ognuno percorre un po’ “a modo suo”. Con i suoi tempi. E’ però la strada delle cose che durano. Del “per sempre”. Dell’unico, vero, “noi non ci lasceremo mai”. Sembrano ricordi destinati ad essere dimenticati… In realta, sono gocce d’amore – l’amore di Dio, come quello di noi genitori – che non si dimenticano. Preziose gocce d’amore. Che durano, per l’eternità.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Archivi blog

Post recenti