Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Marco Cruciani

Marco Cruciani

Pensieri in libertà


Pezzi di storia

Pubblicato da Marco Cruciani su 5 Marzo 2014, 15:30pm

Pezzi di storia

Questa invece, è tutta un’altra storia. Di cui parlavamo anche tempo fa con il carissimo amico Stefano Senigalliesi. E’ la storia di un pezzo di vita, vissuta in un’azienda che adesso non c’è più. Per chi scrive, quattordici anni, per alcune persone che leggeranno queste righe forse anche di più… Una storia, come ricordavo nei giorni scorsi, che si concluse nel 2004. Un mix di ricordi ed emozioni di quei giorni, non si cancellerà mai… Chiara che nasceva e noi, in ospedale, a seguire il tg di Umbria Tv, che passava le immagini dei colleghi impegnati nei picchetti fuori dai cancelli di un’azienda, di un luogo di lavoro… che stavamo tutti perdendo. L’epilogo più amaro della storia. Una ferita che rimane lì, cicatrizzata, ma che lascia comunque un segno. Soprattutto un senso di incertezza e paura. Solo chi almeno una volta ha perso il lavoro, forse può capire davvero cosa resta dentro… Ma l’amaro in bocca (ed è solo un eufemismo…) che ti lasciano certe esperienze, non cancella tutto il resto. E tutto il resto, è stata, per molti anni, per molti di noi, un’esperienza bellissima… Per me… era l’estate del 1990 quando varcai quel cancello per la prima volta, io che da quattro anni, subito dopo la fine del servizio militare, mi stavo misurando con un mestiere “scoperto” un po’ per caso… Il programmatore, la programmazione in RPG. Un lavoro solo in apparenza “freddamente” tecnologico. In realtà, se vissuto e praticato con un po’ di sana passione, un lavoro creativo e ricco di soddisfazioni. Da amare e vivere con lo spirito di chi può, con la propria professionalità, fare qualcosa di utile per gli altri. Questa è stata sempre la parte più bella: trovare soluzioni, risolvere problemi, realizzare piccole “magie” che permettevano ai colleghi di usare meglio gli strumenti a loro disposizione. E creare cose nuove, anche molto importanti, come logico che fosse in una grande azienda. Per chi, come noi, era al C.E.D., è stato un lungo viaggio, anche “fisico” per l’Italia, da Milano a Palermo (il primo viaggio in aereo, che ricordi…), da Udine a Bari, da Venezia a Catania… Quante città e quante persone… Colleghi ? Si, quando si lavora per la stessa azienda si è colleghi, ma molte persone sono state di più… Erano persone che “a pelle” o semplicemente al telefono, ti permettevano di capire subito che avevano qualcosa di particolare, che erano belle persone. Quelle persone che, anche a distanza di tanti anni, puoi sentire oggi, come se il tempo si fosse fermato... Era una bella squadra, proprio una bella squadra di uomini in gamba. Di uomini e donne che, puoi starne certo, hanno continuato la loro avventura da qualche altra parte, portando ovunque il loro essere speciali, in qualsiasi ambito hanno scelto di misurarsi. Forse mai come in un’azienda di trasporti, si è compagni di viaggio. E forse non ce lo siamo mai detto. Ma è stato bello, bello davvero, viaggiare insieme a voi…

Commenta il post

Archivi blog

Post recenti